Lifting cervico-facciale: le domande più frequenti

lifting viso

Attorno al lifting cervico-facciale ruotano mille domande e falsi miti. Chiariamo i più frequenti.

Il risultato è innaturale e finto?

Il risultato ottenibile con il lifting è del tutto naturale e per nulla finto. Il compito di questa procedura è di fatto riposizionare i muscoli facciali e i tessuti cutanei eliminando la pelle in eccesso. La ritidectomia (questo è il nome tecnico) non altera minimamente la fisionomia del volto e tantomeno l’espressività: non ci saranno quindi problemi a livello della mimica facciale e ci si potrà riconoscere pienamente e senza alcuna difficoltà.

Lifting

Allo specchio ci si vedrà semplicemente ringiovaniti, tonici e riposati: sempre se stessi, ma con la freschezza di qualche anno in meno.

Naturalmente la mano e la professionalità del chirurgo a cui ci si affida contano tantissimo, pertanto fare scelte ponderate e sicure è sempre altamente raccomandato.

L’intervento è doloroso e la ripresa lunga e faticosa?

Assolutamente no. L’intervento, per quanto possa generare una comprensibile preoccupazione poiché coinvolge il proprio viso, ovvero la prima cosa che mostriamo e con quale ci identifichiamo, non è da considerarsi altamente rischioso o fonte di dolore.

Certamente, proprio come tutte le procedure chirurgiche, anche il lifting non esclude del tutto un certo tasso di rischio o complicanze. Tuttavia, grazie all’evoluzione scientifica e alle nuove tecniche, nonché all’esperienza dello specialista, le probabilità si riducono drasticamente. Non meno importante è, comunque, rispettare tutte le indicazioni pre e post operatorie al fine che tutto vada per il meglio e senza intoppi indesiderati.

Riguardo i dolori e i tempi di ripresa, posso garantire che è un intervento che non comporta un post operatorio traumatico o particolarmente intollerabile. Al contrario, i pazienti lamentano, nella maggior parte dei casi, solo un sopportabile fastidio dovuto dalla sensazione di tensione e dal leggero prurito dato dai punti e dalla cicatrizzazione. In men che non si dica, nel giro di circa un paio di settimane, tutto sarà passato.

Il viso sarà gonfio, pieno di cicatrici e lividi?

Il viso non sarà affatto pieno di cicatrici poiché le nuove tecniche consentono di effettuare incisioni posizionate nelle zone più nascoste come tra i capelli e nelle pieghe naturali del viso. In ogni caso, i piccoli e sottilissimi segni, che non andranno mai nell’occhio, sono facilmente nascondibili con un po’ di trucco e svaniranno nell’arco dei primi mesi.

Il gonfiore post operatorio è inevitabile, come la possibile formazione di alcuni lividi (ecchimosi). Niente comunque di cui preoccuparsi poiché non comporta niente di sconvolgente e che non scompaia nell’arco dei primi giorni. Non a caso, il ritorno alla vita sociale avviene solitamente dopo 7/14 giorni dall’operazione e senza alcun problema.

Questi sono solo alcuni dei cliché e domande che si pongono tutti coloro che sono desiderosi di ritrovare il piacere di sentirsi a proprio agio dinanzi allo specchio. Sicuramente ne aggiungereste tante altre. Proprio per questo rimango sempre a disposizione per chiarire i vostri dubbi e ad accompagnarvi verso la decisione più giusta per voi e per la vostra bellezza.

Dott. Tommaso Anniboletti

Compila il form qui per richiedere maggiori informazioni o per un appuntamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *